COSMOWOMEN

share on:

Lunedì 21 giugno, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea inaugura Cosmowomen. Places as Constellations, a cura dell’architetta Izaskun Chinchilla. Inizialmente prevista per giugno 2020, la mostra abita lo spazio del Salone Centrale del museo con tre complesse strutture monumentali in materiale ecosostenibile, ispirate alle sfere armillari.

 

 

Attorno a questi luoghi simbolici e attraverso molteplici sotto-sfere, nuove generazioni di architette propongono modelli alternativi di progettare e mettersi in relazione con lo spazio, gli altri esseri umani e il pianeta, formulando riflessioni circa le forme dell’abitare, il co-living e la collaborazione.

 

Sul blog della Galleria Nazionale, fino all’opening del 21 giugno, la webserie COSMOWOMEN approfondisce la mostra, il catalogo e le altre attività collaterali.

1 – Il capitale femminile nell’architettura e nella città. Un manifesto

2 – Le tre sfere: il Gineceo

3 – Le tre sfere: l’Onsen

14 giugno

4 – Le tre sfere: il Parlamento

17 giugno

5It’s Time for Action (There’s No Option) di Cristiana Collu

20 giugno

 

Cosmowomen. Places as Constellations è realizzata con il sostegno di Cassa Depositi e Prestiti e in partnership con Bartlett School of Architecture. I testi sono un estratto del catalogo edito da Silvana Editoriale.