La Galleria Nazionale La Galleria Nazionale

12.01.2018

Winds of Change

La Galleria Nazionale ospita la presentazione di uno dei titoli più interessanti recentemente editi dall’etichetta Da Vinci Jazz: Winds of Change di Roberto Laneri a cui seguirà un concerto dal vivo.

Un titolo quanto mai azzeccato: Winds of Change porta con sé non solo un momento completamente nuovo nell’esperienza artistica del poliedrico musicista, ma prova anche a trovare un significativo punto di congiunzione tra i vari cambiamenti e le sperimentazioni che l’hanno attraversata.

Nell’album si riscontrano in maniera chiara gli echi della musica barocca e classica di Johann Sebastian Bach, ma non mancano i metaforici venti di un cambiamento che l’autore manifesta chiaramente sia in brani ispirati all’oriente come “Mala”, dove il sax soprano assume il timbro di uno shanai indiano, sia in brani che apparentemente offrono un ritorno al jazz classico come l’ultimo brano [che dà il titolo all’album] che propone di fatto due pezzi in uno solo, in costante mutamento.

Se su tutti si erge il sicuro e caldo sassofono dello stesso Laneri e la voce di Giuppi Paone che puntella e suggerisce i brani anziché cantarli in maniera diretta, non da meno sono il pianista Stefano Diotallevi ed il contrabbassista Alessandro del Signore, figure chiave al completamento del quartetto.

Intervengono:

Gerlando Gatto è un giornalista di ambito musicale, specializzato in musica jazz. Ha collaborato con diversi quotidiani e riviste (Blu Jazz; Jazz; Jazz, blues & around), scrivendo e conducendo molti programmi jazz trasmessi soprattutto da Radio Uno e Rai International. Responsabile di uffici stampa di importanti festival, tra cu il Barga Jazz Festival. Insieme a Luigi Onori e Luigi Del Mastro, è l’ideatore di BlackinRadio, la prima web radio che trasmette esclusivamente musiche afro-americane.

Luigi Onori, saggista e critico musicale, è collaboratore del quotidiano “Il Manifesto” e del supplemento “Alias” dal 1981. Dal 1985 al 2000 ha scritto regolarmente saggi e recensioni per la rivista specializzata “Musica Jazz”. Si occupa di jazz e musiche afroamericane sotto il profilo giornalistico, saggistico, radiofonico e didattico. Ha pubblicato svariati volumi, tra cui: Paolo Fresu Talkabout. Biografia a due vociIl Jazz e l’Africa. Radici, miti, suoni; Jazz e Africa. Griot, musicisti e fabulatori. Ha curato per la Casa del Jazz cicli di presentazioni librarie ed altri incontri a carattere divulgativo. Insegna dall’anno accademico 2006-’07 “Storia del Jazz” presso il Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone.

Roberto Laneri è compositore, polistrumentista (clarinetti, sax, didjeridoo) e specialista di canto armonico. Ha studiato filosofia alla Sapienza e si è diplomato in clarinetto al conservatorio di S. Cecilia, ma si è formato musicalmente negli Stati Uniti (Ph.D., università di California). Sin dagli anni Settanta si è dedicato al canto armonico, fondando nel 1973 il gruppo Prima Materia, apparso nei più importanti festival europei. Parallelamente, ha collaborato tra gli altri con Alvin Curran, Charles Mingus, Christina Kubisch e Peter Gabriel realizzando progetti personali (Two Views of the Amazon,AnadomeneMemories of the Rain-Forest, EscherBreathSentimental Journey e Winds of Change. Membro del Club di Budapest, ha insegnato fino al 2011 al conservatorio Cherubini di Firenze.

info

12 gennaio 2018
ore 17
Sala delle Colonne
Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea
viale delle Belle Arti, 131 – Roma
Ingresso libero
T +39 06 3229 822

website in progress