La Galleria Nazionale La Galleria Nazionale

27.08.2016

Aleksandr Deineka, Corsa campestre femminile, 1931

Visita i depositi

L’ultimo fine settimana di luglio e per tutto il mese di agosto i depositi del XIX e XX secolo sono aperti con visite guidate. In occasione delle Olimpiadi di Rio 2016, nei depositi è esposta l’opera di Aleksandr Deineka, Competizione femminile (Corsa campestre femminile) del 1931.

Calendario:

– sabato 30 luglio
depositi XIX e XX sec.

– domenica 31 luglio
depositi XIX e XX sec.

– sabato 6 agosto
depositi XIX sec.

– sabato 13 agosto
depositi XIX sec.

– sabato 20 agosto
depositi XIX sec.

– sabato 27 agosto
depositi XIX sec.

Didascalia dell’opera

Aleksandr Deineka
Competizione femminile (corsa campestre femminile), 1931
olio su tela
cm 176,5×179

Acquistata dalla Galleria Nazionale alla XIX Biennale di Venezia del 1934, Competizione femminile (corsa campestre femminile) si inserisce in un ampio nucleo di opere dedicato da Aleksandr Deineka alla rappresentazione dello sport.

Lo spazio quasi quadrato della tela è scandito dalla sovrapposizione di tre gruppi di donne colte nel pieno dello sforzo atletico, su uno sfondo privo di profondità, in cui l’artista definisce sinteticamente alcuni elementi del paesaggio. I corpi dipinti da Deineka non sono descritti nel dettaglio ma quasi rappresentazioni astratte, manifestazione di un concetto universale che interpreta il benessere fisico come espressione di armonia e virtù anche morali, secondo canoni di derivazione classica, greca e romana, che l’artista certamente conosce, anche negli anni che precedono il soggiorno romano del 1935. La qualità della ricerca formale ed estetica di Deineka lo colloca tra i protagonisti assoluti del realismo socialista, che a partire dagli anni Trenta del XX secolo accompagna l’affermarsi dell’ideologia sovietica stalinista, per la quale lo sport e l’esaltazione del corpo costituiscono elemento essenziale della propria azione di propaganda.

Pochi anni dopo la realizzazione di quest’opera, nel 1935 Aleksandr Deineka soggiornerà a Roma rimanendo affascinato da una città “piena di luce”, che definisce superiore a Parigi e New York, e da un’architettura “moderna, severa e tradizionale”, riferendosi in particolare allo Stadio dei Marmi che rappresenterà poi nei suoi lavori romani.

#ItalianMuseums4Olympics #Rio2016

info

La visita, gratuita e per un massimo di 20 persone, inizia alle ore 17.00.
L’appuntamento è in biglietteria 5 minuti prima.

website in progress