La Galleria Nazionale La Galleria Nazionale

Descrizione della struttura

← Carta dei servizi

Caratteristiche essenziali

Col D.P.C.M. 29 agosto 2014, n. 171 “Regolamento di organizzazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, degli uffici della diretta collaborazione del Ministro e dell’Organismo indipendente di valutazione della performance” entrato in vigore il 10 dicembre 2014, la Galleria Nazionale d’arte Moderna e Contemporanea è un museo dotato di autonomia speciale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
La Galleria ha sede in Viale delle Belle Arti 131 a Roma nell’edificio che fu realizzato dall’architetto Cesare Bazzani nel 1911 per l’Esposizione internazionale che celebrava i cinquant’anni dell’Unità d’Italia. Un primo ampliamento della struttura, a cura dello stesso progettista, è stato realizzato tra il 1933 e il 1934, mentre le due ali dell’edificio sono state interamente restaurate fra il 1995 e il 1999.
Circa 15 mila metri quadri della struttura sono dedicati agli spazi espositivi e ai servizi al pubblico. La sede ospita anche gli uffici dei servizi del museo, la biblioteca e gli archivi. Tutti gli spazi sono climatizzati e dotati di dispositivi di sicurezza nel rispetto degli standard nazionali e internazionali.
Un secondo ampliamento, progettato dall’ingegner Luigi Cosenza, è stato parzialmente completato e aperto al pubblico dal 1989 al 1998.

Storia e missione

La Galleria fu istituita con Regio decreto nel 1883 con la missione di raccogliere le opere d’arte del nuovo Stato unitario. Aperta al pubblico nel 1885, fu ospitata nel Palazzo delle Esposizioni di Roma fino al 1915, anno in cui venne trasferita nella sede attuale. Con la riforma dello statuto del 1912, il museo ha cominciato ad acquisire anche opere della prima metà dell’Ottocento. A oggi la Galleria Nazionale possiede la collezione più ampia sul territorio nazionale di arte italiana e internazionale del XIX e XX secolo.

Gli obiettivi principali sono:

  • conservare, documentare, studiare e incrementare, a beneficio del pubblico, il proprio patrimonio artistico, con gli indispensabili complementi dei fondi documentari storici e bio-iconografici e della biblioteca;
  • cooperare con altri musei e istituzioni nazionali e internazionali;
  • organizzare esposizioni temporanee per valorizzare le proprie collezioni in rapporto alla realtà artistica internazionale moderna e contemporanea.

I compiti e i servizi

La Galleria Nazionale d’arte Moderna e Contemporanea conserva oltre 20.000 opere tra dipinti, sculture, stampe e disegni che vanno dal XIX secolo ai primi del XXI secolo. Gran parte della collezione è costituita dalle opere di grafica che, per motivi conservativi, vengono esposte in occasione di mostre temporanee.
Sul sito internet del museo e presso la postazione di accoglienza sono regolarmente segnalate le opere che in quel momento non sono esposte, perché in prestito per mostre oppure in restauro. In tali casi, vengono rese visibili al pubblico opere altrimenti conservate dei depositi, in modo da garantire la rotazione della collezione esposta.
L’esposizione occupa circa 10.000 mq. È presente una sala didattica polifunzionale. All’esterno dell’ala est del museo è ubicato un giardino che contiene alcune opere appositamente progettate dagli artisti.

La Galleria offre:

  • servizi connessi alla tutela del patrimonio: laboratorio di restauro;
  • servizi connessi alla conservazione e alla fruizione delle opere esposte: biglietteria, accoglienza e informazioni, guardaroba, ristorazione, bookshop, cataloghi a stampa, servizi educativi, sito web, social network;
  • servizi di conoscenza e miglioramento del servizio: osservatorio dei visitatori;
  • servizi di studio e ricerca: biblioteca, archivi, depositi e gabinetto di grafica.

website in progress